Home » Attivita' » Archeologia subacquea

Archeologia subacquea

Il patrimonio archeologico sommerso è sottoposto alle medesime disposizioni di tutela di quello terrestre. Pertanto anche in relazione ai beni archeologici situati nelle acque marine e interne del territorio di competenza la Soprintendenza svolge attività di tutela e valorizzazione e in particolare:

  • esegue sopralluoghi ed ispezioni allo scopo di controllare la consistenza e lo stato di conservazione dei resti archeologici sommersi e di effettuarne la documentazione e il recupero, quando ciò sia necessario per evitare il pericolo di trafugamenti o la perdita dei reperti
  • esamina i progetti ed esprime pareri in merito alla realizzazione di opere che, in tutto o in parte, interessino i fondali ed il sottosuolo in ambiente marino, lacustre ed umido (strutture portuali, impianti balneari, banchinamenti lungo le rive dei fiumi ecc)
  • svolge ricognizioni, prospezioni, scavi, documentazione e recupero di reperti a spese della committenza pubblica nell’ambito dei lavori di realizzazione di opere pubbliche
  • redige programmi di tutela e di ricerca per i quali elabora progetti specifici.

Di particolare importanza in questo settore la collaborazione con le Forze dell’ordine e con alcuni nuclei speciali come il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Sassari, il Nucleo Sommozzatori del Comando Carabinieri di Cagliari, il Nucleo Sommozzatori del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Sassari. Preziosa anche la collaborazione delle Capitanerie di Porto, anche per la disponibilità di supporti logistici, e di associazioni di volontariato come il Centro di Ricerche Archeosub Sassari Alghero e il Centro Sub Tavolara.

Il Servizio per l’Archeologia Subacquea della Soprintendenza per i Beni Archeologici per le province di Sasssari e Nuoro, istituito formalmente nel 2006, è suddiviso in due settori territoriali, con sedi a Sassari e ad Olbia. I responsabili sono coadiuvati da personale fornito di una specifica abilitazione, rilasciata da Ministero, che viene rinnovata ogni anno a seguito di verifica dell’idoneità fisica alle immersioni.

Beni archeologici subacquei

Settore coste occidentali (da Magomadas ad Aglientu)
Piazza Sant’Agostino 2
07100 – Sassari
Fax: 079 232666


Settore coste orientali (da Santa Teresa di Gallura a Tertenia)

Località Poltu Quadu, via Macerata
7026 - OLBIA
Fax: 0789 66257
olbia@archeossnu.it